Feed

feed-image

News e approfondimenti sulla Nuova Emigrazione

Labour Mobility Package: una truffa europea?

A parole, la Commissione Ue punta a costruire un mercato interno più recettivo e equo nei confronti di lavoratori mobili e migranti. Le modifiche però, denuncia l'Osservatorio Inca, tendono a ridurre non le frodi e gli abusi, ma i diritti previdenziali
dall'Osservatorio Inca Cgil - Bruxelles

La Commissione europea sta svelando, poco a poco, i contenuti del cosiddetto Labour Mobility Package, ossia il pacchetto di nuove misure sulla libera circolazione dei lavoratori, incluso nel programma della Commissione guidata da Jean-Claude Juncker e annunciato ancora in primavera dalla stessa Commissione.

Frontiere Europa: inchiesta sulla nuova migrazione italiana in Belgio

Ieri, 11 giugno 2015, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, si è tenuta una conferenza dal titolo “Frontiere Europa – La nuova migrazione italiana in Belgio: nuove rotte, confini e diritti”, organizzata da La Comune del Belgio asbl in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles. Durante l’iniziativa sono stati resi pubblici i risultati dell’inchiesta condotta dalla Comune del Belgio nel 2014, a 500 nuovi migranti di eta’ compresa tra i 18 e i 35 anni.

FILEF NUOVA EMIGRAZIONE BELGIO: La nuova ondata migratoria e l’associazionismo

Noi crediamo che i fenomeni migratori possano essere estremamente positivi: la libertà di circolazione, la contaminazione di culture, il desiderio di cambiamento sono tutti legati anche ai processi di mobilità geografica.
Non ci piace un mondo in cui i grandi capitali finanziari si muovono liberamente, senza limiti, e invece si pongono barriere, filtri, muri alla mobilità delle persone, come sempre più sembra prefigurarsi perfino all’interno dell’Europa.
Fatta questa affermazione di principio, è chiaro che purtroppo spesso la mobilità e le ondate migratorie nascono e si sviluppano sulla spinta di quel crescente divario che si impone, anche nelle ricche società del mondo occidentale, tra chi è sempre più ricco e chi, per mancanza di opportunità, è costretto a emigrare.

Lavorare nel Regno Unito: una GUIDA ai tuoi diritti

L'Inca Cgil e il TUC (le Trade Unions del Regno Unito) hanno realizzato una guida rivolta ai giovani stranieri che arrivano in questo paese. La guida è ricca di informazioni e di indicazioni e costituisce un utile strumento di orientamento per chi si trova o è in procinto di andare a vivere e lavorare in Gran Bretagna. La versione in Italiano si può trovare a questo indirizzo: http://www.tuc.org.uk/lavorareNelRegnoUnito